BASE presenta CAKES DA KILLA no sexism, no racism, no homophobia, no transphobia, no hatefulness

cakes-da-killa_quirinetta

La protesta diventa festa con il rapper americano ‘incubo’ dell’America di Trump

Unica data italiana: 3 dicembre, ore 22.00 Quirinetta – Via Marco Minghetti 5 (Roma)
e dalle 23.30 Andrea Lai Dj

Costo del biglietto 5 euro. Prevendite su: booking.viteculture.com

Per info: http://www.quirinetta.com

 “Essere neri è come essere la pecora nera della società, ma essere neri e gay è come essere la pecora nera fra le pecore nere.”

Comunicato stampa

Dopo il successo con i BadBadNotGood, il 3 dicembre al Quirinetta arriva il secondo appuntamento con l’evento romano che esplora i suoni più contemporanei, in cui la musica live incontra il clubbing in modo trasversale e contaminato: BASE.
Una serata non solo per sperimentare ma per diventare un mood culturale e di intrattenimento, punto di incontro per chi di musica se ne intende o per chi sa intuirla.

Ospite il 3 dicembre uno dei rapper più trasgressivi della scena americana: Cakes Da Killa, gay, nero e l’incarnazione del male per la cultura dei bianchi americani nell’era di Trump.

Cakes Da Killa è l’incarnazione di cosa nasce dal porsi in modo trasversale rispetto all’industria musicale e culturale, è la protesta che diventa festa. È rap, trap e musica elettronica mischiate per fabbricare una bomba da club…che non poteva trovare sede migliore se non Base, al Quirinetta, unica data italiana.

Dopo tre mixtape che lo hanno scaraventato nelle cuffie degli intenditori di rap underground, arriva il primo vero album: Hedonism. Un disco caleidoscopico e indisciplinato, che vola allegro e cupo fra trap, bass music e dance pura rivelando il suo passato nella scena rave di New York. Hedonism non è un mix assortito di gusti e influenze diverse, è fatto invece di filoni inestricabili all’interno di un’estetica unica, a metà strada fra follia gay e attitudine gangsta. È un album di bassi profondi come i testi che Cakes Da Killa confeziona, di beat aggressivi come lo è la strada e di rime ardite come gli argomenti di cui parlano.

Con una visione integralista sulle questioni sociali, Cakes Da Killa non poteva che finire a contatto con AFROPUNK, movimento culturale che assomiglia un po’ a quello dei primi giorni dell’Hip Hop, sinonimo di mentalità aperta, non conforme e di una comunità non convenzionale.

Al grido di no sexism, no racism, no homophobia, no transphobia, no hatefulness l’appuntamento con Cakes Da Killa è per il 3 dicembre al Quirinetta. E dopo il concerto, a partire dalle 23.30 Djset con Andrea Lai. Occhi sempre attenti alla pista, a cercare il gusto, a captare uno sguardo di piacere.

 

La Redazione

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...